Rischio incendio boschivo

La Puglia è, tra le Regioni italiane, quella meno provvista di boschi; il suo patrimonio forestale è di 145.896,00 ha, cui si aggiungono 33.150,00 ha che rientrano nella categoria “altre terre boscate” per complessivi 179.046,00 ha (INFC, 2008). Il bosco nel suo insieme insiste soltanto per il 9,25% della superficie territoriale di 1.934.692,00 ha, determinando così l‟indice di boscosità più basso a livello nazionale. I dati ISTAT assegnano invece una superficie forestale più contenuta, pari a 77.271,64 ha.

Nella Tabella seguente è riportata la superficie territoriale di Toritto, la sua superificie forestale comprensiva di Macchia Mediterranea, Fustaie e Cedui e l’indice di boscosità, ottenuto dal rapporto tra la superficie a bosco e quella comunale (fonte Piano AIB 2012-2014):

SUPERFICIE BOSCATA E INDICE DI BOSCOSITA’
 SUP. TERRITORIALE SUP. BOSCATA INDICE BOSCOSITA’
7.436 ha 1.032 ha 14 %

Nella Città Metropolitana di Bari, nel periodo 1998-2010, si sono registrati 1.137 incendi che hanno percorso 23.105,35 ha di cui boscati 6.798,14 ha; per quanto riguarda l’indice di dolosità, cioè il rapporto tra il numero di incendi volontari ed il numero totale di incendi, a livello metropolitano esso risulta pari al 61,20%. Con riferimento a Toritto, sempre nel periodo 1998-2010, si sono registrati 43 incendi che hanno percorso un totale di 677,76 ha di cui 290,18 ha di superficie boscata con un indice di dolosità pari al 60% (cfr. Tabella seguente).

SUPERFICIE PERCORSA DAL FUOCO E INDICE DI DOLOSITA’
SUP. PERC. TOTALE SUP. PERC. BOSCATA INDICE BOSCOSITA’
677,76 ha 290,18 ha 60%

Nel grafico di Figura seguente è riportata la distribuzione di tutti gli incendi e di quelli di origine volontaria, su base mensile, avvenuti nella città metropolitana di Bari nel periodo di riferimento 1998-2010. Come si può notare, la distribuzione degli incendi ha carattere prettamente stagionale e si concentra per oltre l’80% nel trimestre giugno-agosto; la percentuale supera il 94% se si estende l’analisi al mese di settembre. Con riferimento al periodo di osservazione 1998-2010, il mese in cui si verifica il maggior numero di incendi è luglio seguito da agosto.

Vedi anche: