Economia

La maggior parte del valore aggiunto totale si deve al terziario, mentre il restante si divide in parti uguali fra il settore industriale e quello agricolo. La quota di valore aggiunto proveniente dal primario è la più elevata fra i comuni di Terra di Bari, confermando la vocazione agricola del comune di Toritto e dei comuni ad esso limitrofi. In effetti Toritto presenta un’economia incentrata sulle attività artigianali e sull’agricoltura. La produzione della mandorla è molto fiorente: si producono due specie di mandorla: la mandorla “Filippo Cea” e quella “Anton Devito”, dalle particolari proprietà organolettiche (si tratta di mandorle a IGP). Non esiste tuttavia un’industria di trasformazione legata a tale produzione (è presente soltanto un’azienda locale che lavora le mandorle trasformandole in confetti).

Di particolare interesse è la produzione di olio: sono presenti parecchi frantoi che producono ed imbottigliano olio DOC Terra di Bitonto.

A livello locale e artigianale si produce la “cervellata”, un tipo di salsiccia prodotta solo a Toritto, che si riesce anche ad esportare, seppure a livello nazionale.

Il reddito medio dichiarato a Toritto (dati IRPEF 2011) è di € 18.270, inferiore al reddito medio della Città Metropolitana di Bari (€ 21.505) ed a quello della regione Puglia (€ 20.277) (cfr. Figura seguente).